ORDINI DEL GIORNO (OdG)

➔ OdG n.1 – RUOLO DEL CONSIGLIO NELLA COMUNICAZIONE ESTERNA

Il XX Congresso,
consapevole della responsabilità che il Consiglio si prende nell’impegno di rappresentanza della Federazione e cosciente del suo sforzo nel tutelare le opinioni di tutte e di tutti,
altresì conscio delle impellenti esigenze comunicative cui la società di oggi ci obbliga e avendo, come giovani cristiani/e, una responsabilità nei confronti delle vicende che ci allontanano dal messaggio evangelico,
sottolinea la fiducia insita nell’elezione dei fratelli e delle sorelle chiamati e chiamate alla vocazione di rappresentanza della Federazione,
e raccomanda quindi al Consiglio di trovare sostegno in questa fiducia e di concretizzarla in libertà di espressione su temi di attualità, ma cari alla sensibilità e alle discussioni della Federazione, come ad esempio quelli relativi a genere, spiritualità, intercultura, guerra e pace, democrazia.

➔ OdG n.2 – ESTERI

Il XX Congresso,
consapevole della responsabilità che deriva dall’appartenenza a organizzazioni internazionali e riconoscendo l’importanza di un dialogo continuo con esse:

  • auspica che il Consiglio e le contact persons rendano noti gli eventi nazionali della Federazione alle organizzazioni internazionali, ove necessario attraverso inviti ufficiali;
  • auspica che nel momento in cui si programmino le date nelle quali svolgere gli eventi della Federazione, si tenga in considerazione l’agenda degli incontri internazionali organizzati in Italia, al fine di assicurare che vi siano momenti di contatto.

➔ OdG n.3 – BMV

Il XX Congresso,
riconoscendo l’interdenominazionalità come elemento fondante dell’identità della Federazione, ulteriormente arricchita dalle altre tradizioni che vi hanno trovato espressione,
auspica che la Federazione approfondisca la conoscenza delle identità particolari che la compongono, tematizzandone e valorizzandone le differenze, mantenendo l’attenzione alla cura delle relazioni.

➔ OdG n.4  – FINANZE: PARTECIPAZIONE E ISCRIZIONE

Il XX Congresso,
preso atto che il percorso di crescita degli Fgeini e delle Fgeine:

  • nasce dall’incontro con la Federazione,
  • si sviluppa attraverso la partecipazione e il confronto con l’altro/a,
  • porta a maturare un senso di responsabilità e appartenenza che si concretizza anche nella scelta consapevole di sostenere la Federazione attraverso l’iscrizione;

considerato che il Consiglio, in seguito alla riflessione portata avanti in sessione consultiva e deliberativa nello scorso mandato, ha introdotto una nuova modalità di iscrizione volta a favorire l’inclusione di tutti/e i/le giovani, accompagnandoli/e verso una scelta di partecipazione sempre più consapevole e responsabile;
invita il Consiglio, di concerto con la rete dei/delle giovani che operano a livello locale, a supportare e incentivare, con le modalità che riterrà più opportune, quel percorso che attraverso la partecipazione porta all’iscrizione responsabile.

➔ OdG n.5 – FUNZIONAMENTO DEL CONGRESSO

Il XX Congresso,
esorta il Consiglio e la Federazione tutta a proseguire la riflessione avviata con l’OdG 17 del XIX Congresso e proseguita con il Documento elaborato in occasione della riunione di Vallecrosia (8-9 ottobre 2015) del Consiglio in sessione deliberativa e consultiva, interrogandosi sugli obiettivi specifici dell’Ufficio di Presidenza del Congresso e dei gruppi di lavoro da questo nominati (verbalisti/e, assessori/e, segretari/e agli atti, commissione nomine);
propone di basare tale riflessione sulle seguenti considerazioni:

  • l’Ufficio di Presidenza, con il supporto tecnico degli/le assessori/e, garantisce l’imparzialità nei lavori congressuali e ha il compito di coordinare gli interventi, creando le condizioni per una discussione ordinata e accogliente nei confronti di tutti e di tutte, nel rispetto dei tempi. Inoltre esplicita e applica le consuetudini che regolamentano lo svolgimento dei lavori congressuali, per quanto concerne gli aspetti non disciplinati dallo Statuto;
  • i/le verbalisti/e e i/le segretari/e agli atti sono chiamati/e a fissare e a tenere memoria delle discussioni svolte, in un’ottica di trasparenza e di indirizzo del mandato;
  • la commissione nomine garantisce a tutti gli fgeini e a tutte le fgeine la possibilità di esprimere la candidatura delle persone a cui hanno riconosciuto dei doni particolari che potrebbero essere messi a frutto nello svolgimento dei ruoli di elezione congressuale.

Ritiene che sia compito della Federazione tutta essere attenta e accogliente verso i doni di ciascuno e di ciascuna, anche nell’ottica della chiamata a responsabilità nei ruoli congressuali.

➔ OdG n.6 – INTERCULTURA 1

Il XX Congresso,
alla luce dei cambiamenti globali legati al fenomeno migratorio, causato da: disuguaglianza economica, instabilità politica, fattori ambientali e di impoverimento dei territori, violazioni di diritti umani e persecuzioni per motivi religiosi, politici e di orientamento sessuale;
appurato che il Consiglio ha lavorato positivamente sull’ ODG 13 del XIX Congresso, facendo attenzione a promuovere la riflessione sulle tematiche dell’ascolto, della cura, dell’integrazione, dell’accoglienza e della specificità di ognuno/a per consolidare il lavoro interculturale già avviato durante i precedenti mandati;
riconosce come ancora più urgente la risposta alla chiamata di credenti ad essere testimoni di pace e giustizia nel nostro tempo;
invita pertanto il Consiglio a:

  • continuare la collaborazione con le diverse realtà delle nostre chiese che si occupano di accoglienza di rifugiati e migranti, come ad esempio la CSD e il progetto SRM/MH della FCEI, valorizzando e consolidando la prassi inclusiva raggiunta nella FGEI come frutto di un lavoro di riflessione e autoanalisi sviluppato al suo interno;
  • incoraggiare i gruppi locali a proseguire o sviluppare il lavoro sull’intercultura in direzione della creazione di una rete più solida con le associazioni del territorio e i/le singole/i che lavorano in tale ambito.

➔ OdG n.7 – INTERCULTURA 2

Il XX Congresso,
alla luce dell’interesse emerso su “Chi sono i/le giovani nelle chiese?”, affrontato nel corso del Campo Formazione Nord 2014 e attraverso il progetto “Generazione Italia”, realizzato in collaborazione con Radio Beckwith Evangelica (RBE),
auspica che la Federazione prosegua la riflessione sulla percezione che i/le giovani hanno della propria identità in un contesto interculturale.
Invita a proseguire la collaborazione con la Fcei nel progetto Essere Chiesa Insieme e LINFA e, ove possibile con il CASD, la CAJ e la Mission Jeunesse della CEVAA.

➔ OdG n.8 – INTERCULTURA 3

Il XX Congresso,
premessa l’importanza della riflessione sulle lingue e i linguaggi della Federazione, quali espressioni di identità, cultura e storia di ciascuna/o,
considerato il lavoro già svolto dalla FGEI in quest’ambito nel corso degli ultimi mandati,
invita il Consiglio e le Staff dei campi a:

  • ricercare le più efficaci modalità di interpretariato e traduzione in occasione di eventi nazionali e locali con il duplice obiettivo di coinvolgere tutte/i nelle riflessioni e nelle attività proposte e di conservare e trasmettere fedelmente (per quanto possibile) i contenuti elaborati;
  • creare un’occasione di riflessione sul rapporto tra il linguaggio verbale e non e il binomio spiritualità/fede.

Inoltre si invitano le Redazioni a valutare l’opportunità di dare spazio a lingue/dialetti diversi dall’italiano nei mezzi di comunicazione della Federazione al fine di garantire una sempre più ampia possibilità di ricezione ed espressione.

➔ OdG n.9 – CAMPI: IDENTITÀ E ORIENTAMENTO DI GENERE

Il XX Congresso
ritiene fondamentale per la Federazione continuare a interrogarsi sulle tematiche che riguardano genere, identità e orientamento sessuale, affrontate soprattutto nella dimensione della corporeità, riflettendo su come essa agisca ed influenzi le relazioni interpersonali nella Federazione, nella chiesa e nella società.
Inoltre auspica lo sviluppo di una riflessione sui corpi esclusi nella prospettiva biblica in cui ognuno/a nella sua corporeità è una creatura unica e bellissima agli occhi di Dio.
Invita ad interrogarsi sul tema dell’identità di genere nei social network e sulle problematiche che ne possono derivare.

➔ OdG n.10 – CAMPI: ISLAMOFOBIA

Il XX Congresso,
tenuto conto dell’aumento di esternazioni islamofobe a vari livelli della società occidentale, anche a seguito dei recenti attentati terroristici,
auspica un’analisi dell’Islam e dei fenomeni socio-politici e religiosi ad esso legati, che avvenga in diverse occasioni di incontro in gruppi locali e in eventi nazionali della Federazione, cercando l’eventuale collaborazione con istituzioni già qualificate nell’ambito, ad esempio la rivista Confronti, gli strumenti che provengono dai partner esteri (EYCE, WSCF, CEVAA), ed esperienze dei gruppi locali.
Auspica inoltre che i materiali e le riflessioni prodotte siano messi a disposizione della Federazione tutta.

➔ OdG n.11 – TERRITORI E CENTRI: CONCORSO FEDERICO BO

Il XX Congresso,
tenendo conto della scarsa adesione nei due anni precedenti, ma delle sue grandi potenzialità,
e in base alla riflessione maturata nei gruppi di lavoro congressuali,
invita il Consiglio a dare maggiore rilievo e pubblicizzare il concorso Federico Bo e alla Federazione di rendersi maggiormente attenta alla possibilità offerta.

➔ OdG n.12 – ECUMENISMO

Il XX Congresso,
riconoscendo il valore del percorso passato della Federazione in ambito ecumenico ed inter-religioso e la ricchezza dell’incontro con altre tradizioni di fede,
auspica che la Federazione:

  • valorizzi, anche nelle attività ecumeniche portate avanti sul territorio nazionale, le esperienze, i contributi e le iniziative proposte dalle organizzazioni internazionali di cui la Federazione fa parte e con le quali essa collabora;
  • intensifichi i contatti con organizzazioni giovanili e studentesche afferenti ad altre confessioni religiose e fedi, nell’ottica di future collaborazioni, anche a livello nazionale.

➔ OdG n.13 – REFERENTI TERRITORIALI

Il XX Congresso,
preso atto dell’importanza della figura del/della referente territoriale e dell’esperienza maturata in questi anni,
considera utile che:

  • il suddetto ruolo possa occuparsi di stimolare i gruppi locali FGEI e non, nel far visita alle comunità del proprio territorio con lo scopo di far conoscere la FGEI stessa e di instaurare un dialogo costruttivo e arricchente per entrambi;
  • i/le referenti/e incentivino l’organizzazione degli eventi di un solo giorno prendendo spunto da altri già esistenti a livello territoriale, soprattutto in territori sprovvisti di strutture atte ad accogliere campi giovanili;
  • si continui ulteriormente la riflessione sulle modalità pratiche che favoriscano una proficua collaborazione tra i/le referenti.

➔ OdG n.14 – CENTRI EVANGELICI

Il XX Congresso,
considerando la varietà dei centri giovanili, istituti diaconali e strutture ricettive delle chiese BMV presenti su tutto il territorio nazionale e viste le reciproche opportunità di crescita e formazione che in questi luoghi sono possibili,
invita fgeini/e a continuare a partecipare attivamente alla vita delle suddette strutture, e ad impegnarsi a tutti i livelli nel lavoro e nella vita dei centri, ricordando la responsabilità della FGEI nel collaborare allo sviluppo dei percorsi di riflessione e di azione portati avanti da questi, ad esempio nel lavoro volontario, nella presenza nelle staff, e partecipazione alle attività.

➔ OdG n.15 – TERRITORI E CENTRI: COMUNITÀ LOCALI

Il XX Congresso,
ritenendo essenziale per la vita della FGEI mantenere vivi e dinamici i rapporti con le comunità locali,
auspica che il Consiglio incoraggi e supporti i gruppi giovanili qualora organizzino eventi territoriali di aggregazione che li connettano alle chiese locali, valorizzando queste ultime come luogo di formazione e incontro. Tali eventi possono essere ad esempio weekend presso comunità sparse sul territorio e/o giornate comunitarie a tema, anche traendo ispirazione da iniziative preesistenti come la “Domenica della FGEI”.


MOZIONI

➔ Mozione n.1 – LA COMUNICAZIONE

Il XX Congresso,
prendendo atto della riflessione sulla comunicazione cross-mediale cominciata durante il precedente mandato, sulla necessità di integrare, coordinare e gestire in maniera efficiente ed efficace il lavoro dei diversi canali di comunicazione (GE, Notiziariofgei, sito FGEI, gruppi e pagine sulle diverse piattaforme digitali, etc.) rispettando le specificità di ciascuno di essi,
dà mandato al Consiglio di istituire un gruppo di lavoro sulla comunicazione che abbia lo scopo di riflettere sulla strategia comunicativa della FGEI attraverso i suoi differenti mezzi, sia a livello nazionale (per esempio proponendo strategie per migliorare il coordinamento tra media nuovi e tradizionali, e valutando la possibile creazione di un ufficio stampa), sia a livello locale (per esempio sviluppando linee guida per la pubblicazione di contenuti su internet e social media).

➔ Mozione n.2 – ARCHIVIO/DATABASE MULTIMEDIALE FGEI

Il XX Congresso FGEI,
Considerata l’importanza di mantenere una memoria storica della Federazione, delle sue riflessioni e dei suoi percorsi, e considerando preziosi ma non esaurienti gli strumenti che già possiede (GE, Notiziariofgei, sito FGEI, etc.);
vista la necessità di conservare e condividere tutte le attività svolte durante il mandato (schede bibliche, animazioni teologiche, spartiti, materiale multimediale, documenti ufficiali, etc.);
considerata la difficoltà attuale nel raccogliere e produrre delle pubblicazioni di materiali da condividere con la Federazione tutta,
dà mandato al Consiglio:

  • di nominare un gruppo di lavoro che si occupi di creare, organizzare e gestire un archivio digitale FGEI (piattaforma cloud) del mandato 2016-2018. Tale archivio potrà essere uno spazio per conservare contenuti testuali e multimediali a disposizione di tutta la Federazione, con accesso dedicato.
  • di nominare al suo interno un/a proprio/a referente in tale gruppo.

➔ Mozione n.3 – COMMISSIONE AD REFERENDUM REGOLAMENTO DEL CONGRESSO

Il XX Congresso,
alla luce della riflessione sulla democrazia e sull’individuazione dei doni espressa nell’ODG XX,
dà mandato al Consiglio di nominare una commissione ad referendum con il compito di preparare una bozza di regolamento del Congresso da sottoporre alla discussione del XXI Congresso.

➔ Mozione n.4 – INTERCULTURA

Il XX Congresso,
valutando positivamente l’esperienza degli Happening giovanili tenutisi nel 2014 e nel 2015,
dà mandato al Consiglio di organizzare, in collaborazione con gli organi esecutivi delle chiese battiste, metodiste e valdesi, almeno un altro evento analogo nel corso del prossimo mandato dal tema “trasformarsi nell’incontro/trasformation in motion”, istituendo una staff/gruppo di lavoro che continui a tener conto delle diverse sensibilità giovanili dei territori coinvolti, senza dimenticare l’importanza formativa di questa occasione.

➔ Mozione n.5 – CAMPO STUDI

Il XX Congresso,
in continuità con il percorso già elaborato dai mandati precedenti, visto il fermento attuale, all’interno della società italiana, riguardo al presunto pericolo della Teoria Gender,
dà mandato al Consiglio di organizzare il Campo Studi sul tema della “Corporeità” con particolare attenzione ai seguenti aspetti: emotività, sessualità e affettività.
Dà inoltre mandato al Consiglio di tenere in considerazione per tale campo le diverse sensibilità, identità e percorsi individuali, e il contenuto dell’ Odg n. 9 “Campi – identità e orientamento di genere”.

➔ Mozione n.6 – CAMPO FORMAZIONE SUD

Il XX Congresso,
tenuto conto delle riflessioni emerse in sede congressuale sulle tematiche di giustizia e democrazia,
dà mandato al Consiglio di organizzare il Campo Formazione Sud sul tema Democrazia e giustizia ponendo l’accento su:

  • ruolo inteso come servizio e non come potere;
  • rapporto tra doni, responsabilità e partecipazione;
  • rapporto tra giustizia divina e umana;
  • strumenti di democrazia (adoperati e potenziali).

➔ Mozione n.7 – CAMPO FORMAZIONE CENTRO

Il XX Congresso,
tenendo conto dell’attuale situazione geopolitica, delle costanti migrazioni, della conseguente fluidità dei confini, e dell’impatto che questi fenomeni hanno all’interno della nostra società e delle nostre chiese,
dà mandato al Consiglio di organizzare il Campo Formazione Centro sul tema di inter-religiosità e identità. Si chiede inoltre di prestare attenzione agli strumenti per il riconoscimento e superamento dei confini, nonché al dialogo interreligioso ed interculturale che è oggetto di riflessione all’interno e all’esterno delle nostre chiese e della Federazione.
Inoltre dà mandato al Consiglio di tenere in considerazione l’Odg Campi 2 (Islamofobia).

➔ Mozione n.8 – CAMPO FORMAZIONE NORD

Il XX Congresso,
tenuto conto del percorso che la Federazione porta avanti da diversi anni, e delle osservazioni emerse in sede congressuale sul tema della spiritualità,
dà mandato al Consiglio di organizzare il Campo Formazione Nord sul rinnovamento spirituale che includa i seguenti aspetti:

  • l’importanza del manifestarsi dello Spirito Santo nella vita di ciascuno/a cristiano/a;
  • differenti impieghi ed approcci alla musica durante momenti di meditazione;
  • convivenza di diverse sensibilità e tradizioni sull’intero territorio del Nord Italia.

➔ Mozione n.9 – PERCORSO DI FORMAZIONE TECNICA

Il XX Congresso,
premesso che anche se non fondamentali e centrali nella trasmissione di qualsiasi contenuto, le tecnologie possono avere un importante ruolo nelle esperienze di animazione e riflessione teologica, e nella produzione di materiali liturgici e di contenuto;
considerata l’assenza in Federazione e nelle nostre chiese di un tempo ed uno spazio dedicato alla formazione reciproca strettamente tecnica (uso di impianti audio o multimediali, conoscenza e uso di programmi per la proiezione ad uso liturgico, produzione di video o di animazioni, etc);
dà mandato al Consiglio di studiare la fattibilità (anche grazie a progetti OPM e/o in coordinamento con gli Esecutivi delle nostre chiese) di un percorso di incontri straordinari dedicati alla formazione tecnica, al fine di formare persone su questi aspetti, che possano poi operare negli eventi della Federazione.

➔ Mozione n.10 – INIZIATIVE

Il XX Congresso,
avendo riflettuto sulla naturale evoluzione dell’identità storica della Federazione;
ponendo l’attenzione sulla genesi delle iniziative di autofinanziamento già esistenti (ad esempio: progetto FGEI friends, presinodo, lotteria FGEI, banchetti FGEI) e delle iniziative che coinvolgono gli fgeini e le fgeine a livello locale (ad esempio il concorso Federico Bo);
dà mandato al Consiglio:

  • di riprendere una riflessione su tale genesi al fine di consentire alla Federazione di riappropriarsi delle motivazioni profonde che hanno determinato la nascita di tali iniziative;
  • di vagliare le modalità e gli spazi più opportuni per la condivisione di tale riflessione con la Federazione tutta;
  • di riformulare, ove necessario, forme e contenuti delle singole iniziative.

➔ Mozione n.11 – CAMPO TEOLOGICO

Il XX Congresso,
considerando l’importanza della partecipazione attiva della Federazione alla vita dei centri giovanili e constatando per quanto riguarda Agape Centro Ecumenico la poca presenza di membri della Fgei nel corso della normale vita dei campi del centro,
cogliendo la necessità di Agape Centro Ecumenico di rafforzare il proprio campo teologico internazionale, migliorando la proposta dell’incontro e l’utilità del campo per la Federazione,
riconoscendo l’importanza fondante delle relazioni della Fgei con le organizzazioni internazionali di cui fa parte ( in particolare EYCE e WSCF) e che allo stesso tempo esse sono meno sentite dalle fgeine e fgeini che non hanno la possibilità di viverle in prima persona,
con l’obiettivo di far confluire in un’unica esperienza la dimensione internazionale della Federazione e la sua natura di protagonista nei centri giovanili,
dà mandato al Consiglio di creare in stretta collaborazione con Agape Centro Ecumenico un’esperienza pilota di campo teologico internazionale nell’agosto del 2017 con l’obiettivo di sostituire l’attuale, sfruttando l’esperienza di animazione teologica propria della Federazione e la riflessione consolidata di Agape sul tema, individuando una staff adatta a questo campo sperimentale.

➔ Mozione n.12 – MODIFICA STATUTO

Il XX Congresso,
preso atto dell’attuale modifica dello Statuto della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia,
approva le seguenti modifica dello Statuto:

  • Art. 6, lettera d): “nel Comitato Generale” viene sostituito con “nell’Assemblea”;
  • Art. 12: “nel Comitato Generale” viene sostituito con “nell’Assemblea”;
  • Art. 15, lettera i): “nel Comitato Generale” viene sostituito con “nell’Assemblea”.