È Giugno… #BeProud!

Giugno è il mese del Pride e ritorna il #giovedìqueer della FGEI. Dobbiamo prendere parte alle manifestazioni di orgoglio per come siamo fatte e fatti? In che modo?

Condividiamo con voi una riflessione dal ProgettoGionata:

“Ho capito che tra le persone omosessuali e transessuali che vanno al Pride ce ne sono tantissime che hanno bisogno innanzi tutto di sentirsi dire che Dio le ama così come sono proprio in quel giorno, quando messe da parte le paure che le bloccano durante tutti gli altri giorni dell’anno, decidono finalmente di mostrarsi per quello che sono.

E da allora, ai Pride, non sono più mancato e sempre, a differenza di tanti altri omosessuali credenti che decidevano di partecipare “in incognito” e di mimetizzarsi in qualche altro gruppo, ho sfilato con un cartello in cui veniva detto chiaramente che ero cristiano e che, al Pride, volevo portare con fierezza anche questo aspetto importantissimo della mia vita.”

Per l’articolo completo: https://www.gionata.org/perche-come-cristiani-lgbt-e-importante-essere-al-pride/

Il gruppo di lavoro che si occupa di tematiche LGBTQI+ per la FGEI è ancora in cerca di collaborazioni! Scriveteci a giovediqueer.fgei@gmail.com

Infatti noi tutti siamo stati battezzati in un unico Spirito per formare un unico corpo

(1Cor 12:13)

Dal 3 al 10 agosto si terrà presso il Centro Ecumenico Agape il Campo Teologico 2019, campo internazionale in cui la FGEI avrà nuovamente rappresentanza nella staff.

Quest’anno il tema è il battesimo: insieme, la FGEI e Agape vi condurranno in una discussione teologica con cui si cercherà di creare un confronto aperto valorizzando le proprie identità denominazionali, con l’obiettivo di acquisire una maggiore consapevolezza sulla tematica e dare un contributo propositivo alle nostre chiese in Italia e all’estero.

Le quote d’iscrizione partono da €270.00 fino a €420.00, e sono disponibili alcune borse campo. In particolare, il Centro vorrebbe offrire le borse a persone provenienti dall’Emisfero Sud e dall’Europa Orientale in modo da promuovere la loro partecipazione ai campi internazionali, ma ogni richiesta verrà esaminata con attenzione.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni: https://agapecentroecumenico.org/campi/il-battesimo/

 

I delegati della FGEI alla WSCF Regional Assembly 2019


La Regional Assembly è l’organo decisionale più alto della WSCF Europe (World Student Christian Federation, Federazione mondiale degli/lle studenti/esse cristiani/e) e si incontra ogni due anni.

La FGEI è non solo parte della WSCF, ma ha partecipato alla sua fondazione. Per la Regional Assembly di quest’anno, che si terrà dal 3 al 8 ottobre, in Danimarca, abbiamo deciso che saremo rappresentati da Marta Sappè Griot, la nostra contact person per la WSCF.

Le delegazioni delle federazioni giovanili alla Regional Assembly si occuperanno di:

  1. Discutere e mettere ai voti mozioni ed ordini del giorno riguardanti l’organizzazione e l’indirizzo delle riflessioni dei prossimi due anni;
  2. Eleggere un nuovo Consiglio Regionale Europeo (ERC, European Regional Committee);
  3. Rivedere ed eventualmente modificare lo statuto della WSCF-Europe;
  4. Rinnovare il legame della WSCF come comunità e pregare assieme per un progetto comune.

Domande? Chiarimenti? Curiosità? Scrivici! Il referente per gli esteri del Consiglio FGEI è Pietro Quadalti (esteri.fgei@gmail.com) e Marta Sappè Griot è la delegata e contact person (contact.wscf.fgei@gmail.com). Il sito della WSCF-Europe è wscf-europe.org


The Regional Assembly of WSCF-Europe (ERA) is the highest decision-making body of the WSCF-Europe (World Student Christian Federation).

FGEI is not only a part of WSCF, but also one of the founding members. We chose Marta Sappè Griot as our representative for this year’s Regional Assembly, that will be taking place in October, in Denmark.
The ERA gathers bi-annually, and consists of all Student Christian member Movements of WSCF-Europe. The tasks of the ERA are the following:

  1. To discuss and vote on the organisational and thematic direction of the region for the upcoming two years;
  2. To elect a new European Regional Committee (ERC)
  3. To review and vote upon possible changes of the By Laws, which govern as the constitution of WSCF-Europe;
  4. To renew as a community and to pray together for a common vision.

Any questions? Any additional info needed? You can contact Pietro Quadalti (esteri.fgei@gmail.com), the FGEI Council member for “foreign affairs” and Marta Sappè Griot (contact.wscf.fgei@gmail.com), our delegate and contact person for WSCF. WSCF-Europe’s website is http://wscf-europe.org/

Festeggiamo la libertà di amare!

Oggi è il 17 maggio, la giornata mondiale contro l’omo-transfobia. La FGEI oggi festeggia in un modo particolare: il XXI Congresso ha approvato la creazione di un gruppo di lavoro che si occuperà di sensibilizzazione e informazione su tematiche relative alla comunità LGBTQI+ (Lesbica, Gay, Bisessuale, Transgender, Queer, Intersex e altre)… Ed eccoci qua!

Inizia oggi un percorso che proseguirà di giovedì, il terzo di ogni mese, il #giovediqueer! Ci sono tante tematiche da affrontare: si può essere cristiane o cristiani e parte della comunità LGBTQI+? Condanniamo la diversità o la celebriamo, perché è parte del meraviglioso creato di Dio?

Se avete suggerimenti per il gruppo di lavoro o vorreste donare un po’ del vostro tempo a questo progetto, scriveteci a giovediqueer.fgei@gmail.com.

Ma ora vi lasciamo a festeggiare questo giorno, che celebra la data in cui, nel 1990, l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha smesso di considerare l’omosessualità una malattia mentale. Il tema di quest’anno è “Justice and Protection for All” (“Giustizia e protezione per tutte e tutti”): ci invita quindi a riflettere su quanta discriminazione ci sia ancora nei confronti di questa comunità e a proseguire la lotta.

Per approfondire (in inglese):

  • Si può essere cristiane/i e LGBTQI+? Cosa ci dice la Bibbia? Clicca qui!
  • Che cosa significa il 17 maggio? Clicca qui!

Potete trovare altre locandine simili a quelle da noi condivise qui .

Young Europeans’ Forum – Building Bridges for Social Cohesion (BERLINO, 25-27 giugno 2019)

L’EYCE, “Ecumenical Youth Council in Europe”, è una rete di giovani Cristiane e Cristiani che promuovono l’unità del Cristianesimo in tutta Europa. Dal 25 al 27 giugno, a Berlino, l’EYCE propone lo “Young Europeans’ Forum”, che darà l’occasione a 100 giovani di incontrare esponenti del mondo della politica per iniziare un dialogo su come dar forma ad una convivenza pacifica, rispettosa e solidale tra persone con diverse culture, credi religiosi e non, valori e stili di vita e su come creare coesione sociale nella diversità.

Sei un giovane o una giovane che vorrebbe partecipare? Conosci una persona adatta? Continua a leggere e fai girare l’invito ai/alle partecipanti!

This is an interesting initiative held by the Aladdin Project and the Bertelsmann Stiftung, in cooperation with UNESCO, which will take place in Berlin, Germany from the 25th to the 27th of June: the Young Europeans’s Forum.

The Young Europeans’ Forum will bring together 100 young engaged Europeans with policymakers, activists and experts. Through this it will seek to set the framework for a broad and continuing dialogue and exchange on how to shape a peaceful, respectful, solidary living together between people with different cultures, beliefs, values and lifestyles, and how to create strong social cohesion in diversity.

All participants are committed to social cohesion, peaceful living together in diversity, human rights and democratic values. They are influencers and multipliers, who can make a difference within their societies by shaping a more cohesive future.

According to the motto “learn – connect – transfer” the forum will provide a platform where they will share ideas, experiences and good practice, extend their knowledge, learn from and with each other, build a network, work together on solutions and take impulses for their own work and commitment.

The Forum addresses the following key questions:

  • Which values form a common framework for a peaceful, respectful, solidary living together in open, diverse, rapidly changing societies? Which competencies are needed for dealing with future challenges?
  • What can we do to foster social cohesion in diversity?
  • How can we empower young adults to become leaders who promote social cohesion?
  • How can civic engagement shape social cohesion in pluralistic societies?

Per partecipare, compila il seguente modulo: Open Call for Participants Berlinforum e invialo alla seguente email: valerieheim.projetaladin@gmail.com

Partecipate numeros*!

Page 2 of 40 1 2 3 4 40
Top
Follow us: